Domenica 12 Aprile 2009, 31 civili uccisi e almeno 36 feriti a causa degli spari dell'esercito srilankese

Sunday, 12 April 2009 00:00
Print

Domenica 12 Aprile 2009, almeno 31 civili tami son stati uccisi a causa degli spari dell'esercito sriankese nella "zona sicura".
Al mattino 36 civili feriti sono stati portati all’ospedale di fortuna presso Puthumaththa'lan all’interno della cosiddetta "zona sicura" poichè l’esercito dello Sri Lanka aveva intrapreso attacchi combinati sull’area dalle prime ore della notte. A causa dei bombardamenti son stati feti 30 civili e 6 a causa dei colpi d’arma da fuoco.
Gli attacchi ininterrotti continuano a disturbare i feriti che sono stati portati all’ospedale, secondo agli ultimi rapporti di Maaththa'lan. Nel frattempo, dei rapporti non ufficiali di Colombo indicano che il Governo dello Sri Lanka dovrebbe considerare la possibilità di un breve cessate il fuoco in coincidenza col Capodanno Tamil allo scopo di sfrattare i civili dalla "zona sicura" e imprigionarle nei campo di detenzione nelle mani dell’esercito dello Sri Lanka.
Le persone che raggiungono l’ospedale giungono sotto i colpi d’arma da fuoco dell’esercito dello Sri Lanka. L’ospedale di fortuna e la strada d’accesso ad esso sono localizzati molto vicini al fronte dell’esercito dello Sri Lanka. Le vittime della parte sud della "zona sicura" non sono state portate all’ospedale e le fonti mediche non hanno informazioni a riguardo.