Gli attacchi nella "zona di sicurezza" da parte dell'esercito dello Sri Lanka causano 73 morti e 160 feriti

Wednesday, 04 March 2009 11:12
Print
In base alle informazioni ricevute dai funzionari medici e locali del distretto, l’esercito dello Sri Lanka ha lanciato bombe ed effettuato attacchi aerei con l’appoggio dell’aviazione uccidendo almeno 73 civili, molti dei quali, Martedì, si trovavano nella “zona di sicurezza” situato nel distretto di Mullaiththevu,. Più di 160 civili hanno subito gravi ferite. All’incirca 35 bombe a grappolo sono state lanciate negli ultimi 3 giorni, di cui 15 sono state scagliate nelle aree civili nella giornata di Giovedì. 11 bambini al di sotto dei 10 anni sono stati uccisi, 4 al mattino, 5 nella notte e uno dei due bambini scomparsi è stato identificato, al mattino, dal frammento della sua testa riconosciuto dalla stessa madre. L’ospedale di Maaththa'lan era colmo di madri che supplicavano i dottori a salvare in qualche modo i propri figli dalla morte.
L'ospedale sta lottando per far fronte alla situazione della diminuzione e mancanza di medicinali, dovuto ai continui bombardamenti avvenuti martedì notte. Conformemente a quello che hanno riferito i medici, recentemente, una donna si era recata urgentemente all’ ospedale di Maaththa'lan da  Pokka'nai con una bomba a grappolo inesplosa nella sua gamba, , che hanno dovuto amputare per salvarle la vita. Molti bambini hanno subito lesioni per colpa delle bombe a grappolo. Le persone identificano le esplosioni a grappolo quando sentono uno scoppio diverso da quello dell’artiglieria o delle bombe mortali, e seguito dal ragno come modello per i rumori simili ai fuochi d'artificio.
33 civili sono stati uccisi a Maaththa'lan. Almeno 16 di loro sono stati uccisi vicino all’improvvisato ospedale. Quattro delle vittime erano bambini.
Mercoledì, almeno 15 civili sono stati uccisi a Pokk'ani, area situata vicino alla laguna. Più di 18 civili furono uccisi a Iranaippaalai. Almeno 4 civili sono stati uccisi a Mu'l'iivaaykkaal. I bombardieri dell’esercito dello Sri Lanka, al mattino, hanno attaccato Chaalai e verso le 4:30 di sera anche la zona di Ira'naippaalai.