TamilAction

notizie in lingua italiana sulla guerra in Sri Lanka - Per informazioni: info@tamilaction.org

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie Croce Rossa: L'accesso ai campi di detenzione dello Sri Lanka 'non soddisfacente'

Croce Rossa: L'accesso ai campi di detenzione dello Sri Lanka 'non soddisfacente'

E-mail Print PDF

Al Comitato internazionale della Croce Rossa (ICRC) è stato impedito di visitare i campi di internamento dello Sri Lanka, per verificare le condizioni delle
persone rinchiuse dal governo dello Sri Lanka, ha riferito il presidente dell'organizzazione. Jakob Kellenberger ha richiesto al Governo dello Sri Lanka la possibilità di accedere a tutti i suoi campi, i quali sono circondati da filo spinato e soldati, dal momento che devono verificare le condizioni
dei centinaia di migliaia civili Tamil. Egli ha sottolineato inoltre che la situazione attuale "non è affatto soddisfacente", ha riportato Swissinfo.
La Croce Rossa, che si astiene dal criticare pubblicamente i governi, è mandata sotto le Convenzioni di Ginevra per aiutare le vittime di guerra, ha riportato
la stampa canadese. Ma la Croce Rossa, come le Nazioni Unite e altre organizzazioni umanitarie, si è lamentata del fatto che il governo dello Sri Lanka abbia
negato l'accesso nelle zone di combattimento durante le ultime settimane del conflitto.
Le altre agenzie hanno anche avuto problemi a raggiungere i campi, ha riferito la stampa Canadese. Kellenberger mercoledì ha richiesto un maggiore supporto umanitario per i 300.000 sfollati Tamil.

"Le dirette conseguenze umanitarie del conflitto sono immense e perciò dobbiamo aumentare gli aiuti" ha riferito, aggiungendo che era molto preoccupato soprattutto per quanto riguarda l'assistenza medica. "L'accesso concesso dal Governo dello Sri Lanka non è ancora chiaro" ha riferito Kellenberger, aggiungendo che le discussioni tra la Croce Rossa e le autorità srilakesi non sono ancora terminate. "Vorremmo visitare tutti questi campi per verificare le condizioni delle persone al fine di consentire loro di contattare i loro famigliari" ha riferito Kellenberger.

Il presidente dello Sri Lanka Mahinda Rajapakse, domenica, ha respinto una chiamata del Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, che aveva visitato un campo, Manik Farm, per revocare le restrinzioni sugli aiuti destinati ai sovraffollati campi di sfollamento. "Abbiamo la possibilità di accedere
ad alcuni campi e ad altri no," ha riferito Kellenberger . Egli ha rifiutato di dare ulteriori dettagli quando stava parlando ai giornalisti,  Mercoledì, in occasione del lancio annuale del rapporto del 2008 della Croce Rossa.

Gli operatori dell'ICRC hanno avuto la possibilità di visitare diverse parti di Manik Farm, ha riferito il portavoce della Croce Rossa, Marcal Izard, alla stampa canadese. Kellemberger ha riferito che alcuni dei civili si trovano nei campi di internamento per ragioni di sicurezza. "C'è un importante lavoro di protezione che deve essere fatto in questi campi. Vogliamo visitare coloro che si trovano sotto una chiara detenzione," ha affermato.

 

Sondaggio

Eri già a conoscenza della guerra in Sri Lanka?
 

Visitatori

Content View Hits : 180824