TamilAction

notizie in lingua italiana sulla guerra in Sri Lanka - Per informazioni: info@tamilaction.org

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie Sabato 2 Maggio 2009: L'esercito srilankese bombarda un ospedale uccisi 64 tra pazienti e personale medico

Sabato 2 Maggio 2009: L'esercito srilankese bombarda un ospedale uccisi 64 tra pazienti e personale medico

E-mail Print PDF

Sabato 2 Maggio 2009, l'esercito srilankese ha attaccato due volte l'unico ospedale di fortuna rimanente, uccidendo 64 civili tra pazienti, parenti e personale medico, 87 i feriti. Due proiettili d'artiglieria sparati dall'esercito srilankese hanno colpito l'ospedale a Mu'l'li-vaaykkaal, verso le 9:00, uccidendo 23 e
ferendo 34 civili. Più tardi verso le 10:30 sono state sparate altre bombe, uccidendo 41 civili e ferendone 53.
Ai militari srilankesi era ben nota la posizione dell'ospedale, infatti la Croce Rossa Internazionale aveva visitato l'ospedale e fornito le coordinate esatte.
In base ai testimoni locali, il massacro è stato programmato dall'esercito srilankese per costringere alla fuga i civili, infatti Venerdi aveva lanciato per aria dei volantini con la richiesta del presidente srilankese, Mahinda Rajapaksa, ai civili di passare dalla parte dell'esercito srilankese.
Una dottoressa volontariata è morta sul colpo, altri tre medici hanno causato ferite, di cui uno di loro è paralizzato.
Durante il primo attacco delle ore 9:00 c'erano più di 400 pazienti feriti, intorno e all'interno dell'ospedale. Il secondo attacco è stato effettuato mentre il personale medico e i volontari erano impegnati a sgomberare la zona attaccata dell'ospedale.
Nonostante le gravi perdite l'ospedale continua a funzionare per poter curare le centinaia di persone ferite ogni giorno dagli attacchi dell'esercito srilankese.

 


 

 

Sondaggio

Eri già a conoscenza della guerra in Sri Lanka?
 

Visitatori

Content View Hits : 174482